↑ Torna a Energy Management

Led

Simulatore risparmio sostituzione lampade

Compilare i campi di seguito riportati:

Consumo in watt:

Lampade tradizionali

Watt
watt della lampada tradizionale

Lampade Led

Watt
watt della lampada a led

Numero di lampade:

Costo energia al kWh:

€Cent / kWh

Ore giornaliere di accensione:

h / Giorno

Giorni di accensione annui:

Giorni / Anno

Risultati simulazione:

Lampade tradizionali

Consumo giornaliero:

kWh/Giorno
kWh/giorno della lampada tradizionale

Costo giornaliero:

€/Giorno
€/giorno della lampada tradizionale

Costo annuo:

€/Anno
€/Anno della lampada tradizionale

Lampade Led

Consumo giornaliero:

kWh/Giorno
kWh/giorno della lampada a led

Costo giornaliero:

€/Giorno
€/giorno della lampada a led

Costo annuo:

€/Anno
€/Anno della lampada a led

Risparmio annuo:

€/Anno risparmiati

COME SCEGLIERE la giusta lampada LED

Prima di acquistare una lampada LED è bene fare attenzione ad alcuni valori che indicano diverse qualità del prodotto stesso. Diversi sono quelli principali da tenere in considerazione:

  • Lumen: flusso luminoso ed efficienza luminosa. Il primo è indicato sotto forma di Lumen e specifica la quantità totale di luce generata da una lampada mentre la seconda, indicata in lumen/W, è il rapporto tra il flusso luminoso ed il consumo di energia elettrica (lm/W). Si tratta di una misura dell´efficienza economica di una lampada. Maggiori valori corrispondono ad una elevata intensità luminosa.
  • Lux: Oltre che con i lumen, l´intensità di una sorgente luminosa è espressa anche in Lux. I primi sono relativi ad una misura assoluta, indicano in parole povere la quantità di luce teorica emessa in ogni direzione. I lux invece specificano un dato circoscritto ad una determinata area. Tutto ciò è correlato all´angolo del raggio di luce. Per fare un esempio, due lampade potrebbero avere stessi lux ma diversi lumen. Come? Semplicemente potrebbe trattarsi di una sorgente luminosa omnidirezionale (una lampadina) ed una più direzionale (vedi faretti spot). La lampadina, con un angolo di raggio di luce superiore, genera un cono maggiore rispetto al faretto, che concentra l´emissione in una zona circoscritta e al di fuori di questa area ha una resa nulla o estremamente limitata.
  • Angolo del raggio di luce: e´ visivamente l´angolo di apertura del fascio o cono di luce. Può essere più ristretto nel caso si voglia illuminare un oggetto in maniera diretta e limitata rispetto all´ambiente, o più ampio, nel caso si voglia fare luce su una zona/stanza/area più ampia. Si misura in gradi.
  • Temperatura del colore: E´ segnalata sotto forma di gradi Kelvin, ed indica la tonalità di colore della luce. Una luce più calda ha in realtà una temperatura minore in Kelvin, mentre una luce più fredda ha una temperatura più alta in gradi Kelvin.
×

Animated Social Media Icons Powered by Acurax Wordpress Development Company
Switch to mobile version
Visit Us On TwitterVisit Us On FacebookVisit Us On Linkedin